Peperoncino : Capsicum annuum

Il peperoncino è una piante che esige un clima caldo con temperature che si aggirino tra 23 – 29°C. I peperoncini appartengono alla famiglia delle Solanacee.

Terreno del Peperoncino

Il terreno per il peperoncino non deve presentare ristagni idrici, di medio impasto con un buon contenuto di elementi nutritivi. Molto utile è concimare il terreno con del compost o letame ben maturo. Il valore del pH nel terreno ideale delle piante di peperoncino si aggira intorno a 6.5 e 7.

Crescita del Peperoncino

Quando la pianta del peperoncino avrà raggiunto un’altezza di 20-25 cm si può procedere con una prima sarchiatura la quale arieggia il terreno e lo libera dalle infestanti.

Rincalzando la pianta di peperoncino si ha la formazione di ulteriori radici le quali apportando un maggiore nutrimento alla pianta.

Il peperoncino richiede delle frequenti annaffiature, in mancanza delle quali può verificarsi la cascola dei frutti con il blocco di crescita della pianta.

Usi del Peperoncino

La piccantezza del peperoncino è dovuta a quattro sostanze dette capsaicinoidi.

I peperoncini si possono consumare freschi, secchi, sotto olio oppure in polvere.

Il peperoncino viene anche utilizzato per dare un tocco di piccantezza alle salsicce.

Propagazione del Peperoncino

La propagazione del peperoncino avviene per seme in semenzaio. Il tempo di germogliamento varia da 10 a 15 giorni. Si può iniziare la semina già da febbraio. Per velocizzare lo germogliamento dei semi basta lasciarli in ammollo in acqua tiepida per 24 ore.

Il trapianto lo si può effettuare quando le gelate saranno cessate e quando la pianta avrà sviluppato un buon apparato radicale con almeno 5-6 foglie. Un giusta disposizione pone la distanza da 30-40 cm sulla fila con un distanza di 40-50 tra le file.

Consociazioni per il peperoncino

La pianta di peperoncino può essere consociata con i cavoli, carciofi, insalate e basilico e seccano.