Piante di Stagione per il balcone o giardino

Quali piante di stagione usare per ravvivare il balcone? mentre per colorare il giardino quali piante impiegare?

Dopo  un’ inverno bizzarro e tiepido, una primavera sui generis ed una estate che, comunque sia andata, è “andata” e ci lascia un po’ di malinconia, siamo alle soglie dell’autunno.

Se abbiamo il “pollice verde” o la speranza di averlo, possiamo dedicarci al nostro giardino o alla piccola porzione verde del nostro balcone,recuperando un po’ del buonumore che abbiamo lasciato nei luoghi di villeggiatura.

Suggeriamo tre piante di stagione facili da piantare e curare e, se seguite nel modo opportuno, in grado di accompagnarci per tutta la stagione fredda e arrivare a salutare, con noi, la primavera.

La prima è il crisantemo, una pianta le cui origini sono molto lontane nel tempo e conosciuta in tutto il mondo. Visto che immaginiamo quello che avete in mente ora, sgombriamo subito il campo e facciamo chiarezza sul “significato” di questa pianta.

Se qui da noi, probabilmente per una mera coincidenza di “calendario”, è considerata la pianta dei defunti, in molte parti del mondo, nel nord Europa cosi come in estremo oriente è considerata la pianta della gioia, della pace e della vita.

Il “fiore d’oro”, questo il significato del nome, si presenta prevalentemente nelle tonalità del giallo.

Ne esistono, però, di colori diversi come, oltre al bianco il color ruggine e di molte tonalità di rosa e viola.Le specie perenni, collocate a terra sono in gradi di svilupparsi, opportunamente seguite, fino a raggiungere dimensioni considerevoli.

I crisantemi iniziano la loro fioritura nella seconda metà di ottobre e si mantengono fioriti per circa un mese, un mese e mezzo.Come tutte le piante è necessario prestare grande attenzione al momento dell’impianto curando la terra nella quale vengono impiantati e concimando e innaffiando in modo opportuno.

Relativamente al concime sarà sufficiente una volta al mese aumentando la dose a luglio e ad agosto così da arrivare “belli corroborati” al momento della fioritura. Per l’innaffiatura, specie, nei mesi freddi potrà essere opportuno muoversi nelle ore più calde della giornata usando, magari, acqua leggermente tiepida.

Altra pianta di stagione molto bella ed ornamentale è la “viola del pensiero” o pansé. Le varietà di colori questa pianta sono davvero moltissime e non avrete difficoltà a trovarne diverse di vostro gradimento.

Nella sua varietà più piccola, in dimensione, la pansé, chiamata anche, in questo caso, “cornutine”, ha una fioritura molto abbondante e fitta che è in grado di resistere fino all’inizio della primavera, non temendo ne temperature molto basse così come la neve!!

La resistenza di questa pianta, però non deve farci dimenticare l’importanza dell’irrigazione anche nei mesi invernali dove, una pianta poco idratata potrebbe non essere in grado di resistere ad una gelata improvvisa.

In ultimo, una pianta un po’ curiosa, che siamo abituati più a sentire nominare in ambito gastronomico che non in floricoltura: il cavolo.

Parliamo, ovviamente del cavolo ornamentale. Adatto a superfici preferibilmente più estese che un semplice vaso (in giardino, quindi) si presenta in due varietà di foglia: quella liscia e quella riccia.

La pigmentazione si muove sul segmento dal bianco al rosa sino ad giungere all’intenso vinaccia ed è influenzata dalla temperatura notturna.

Il mercato un po’ altalenante di questa pianta influisce sul prezzo, un po’ più caro delle prime due, a cui fa riscontro, però, una maggiore resa in termini di copertura.

Per l’irrigazione valgono i consigli di sempre con un attenzione particolare, però, nell’evitare i ristagni d’acqua, che uniti al freddo intenso, potrebbero mettere in difficoltà questa bella pianta.