Rocce magmatiche

Le rocce magmatiche, anche dette rocce ignee, sono quelle rocce formate dal raffreddamento di magmi.

Il magma è materiale fuso che si forma da 15 a 100Km sotto la superficie terrestre, cioè tra la parte più bassa della crosta terrestre e la parte superiore del mantello.

In questo materiale fuso, oltre a minerali come il silicio, sono presenti dei gas disciolti.

Il raffreddamento può avvenire in periodi molto lunghi (migliaia di anni), questo porta alla formazione di rocce magmatiche intrusive, o plutoniti, oppure in tempi relativamente brevi (da pochi secondi ad alcuni anni, e vediamo la formazione di rocce magmatiche effusive, o vulcaniti.

I Plutoniti solidificano a profondità elevate circondate da altre rocce, la caratteristica principale di questo tipo di rocce è che, solidificandosi molto lentamente, i minerali contenuti nel magma hanno il tempo di aggregarsi tra specie simili per formare minerali di dimensioni macroscopiche.

La struttura che presenta le rocce intrusive è granulare olocristallina, un esempio evidente di questa struttura è il granito.

Gli ammassi di rocce che si vengono a formare vengono chiamati basoliti (rocce profonde, a causa della profondità a cui si formano) che possono raggiungere dimensioni anche gigantesche, affiorando in superficie, a causa del processo sedimentario, che investe gli strati rocciosi sopra il basolite, e del movimento della crosta terrestre.

I Vulcaniti solidificano rapidamente perchè la pressione dei gas contenuti porta il magma a percorrere, se trovata, la prima via per risalire fino ad arrivare in superficie, arrivati lo sbalzo di temperatura cambia dalle migliaia di gradi del magma ai 20 gradi della temperatura ambiente; questo fa solidificare la roccia in tempi molto brevi e non permette ai minerali contenuti nei magmi di formare cristalli di dimensioni macroscopiche (processo che richiede molto tempo), essi, infatti, sono di dimensioni così piccole che si riescono a vedere solamente se studiata l’intera roccia in laboratorio, utilizzando un appropriata attrezzatura.

Il magma che fuoriesce dal terreno perde i gas disciolti al suo interno, che passano all’atmosfera, il magma privo di essi viene chiamato lava.

Le rocce laviche possono avere una massa vetrosa (cioè vetro formato da rapida solidificazione di silicio fuso, amorfo) oppure può avere una struttura porfica (dal porfido, una tra le più comuni rocce vulcaniche) formata da cristalli di pochi millimetri, fenocristalli, che si trovano immersi in un ammasso di cristalli piccolissimi ed in parte amorfi.Un caso molto particolare è l’ossidiana, roccia che si forma quando tutta la massa che si solidifica è vetrosa.

Classificazione dei Magmi

La distinzione tra i vari tipi di magmi è in base alla quantità di silice SiO2 contenuta in essi.Il silicio può cristallizzare in due modi:

Come silice libera: formando, così, il quarzo, oppure in forma combinata, creando dei tetraedri con altri elementi e fornendo i minerali silicatici. Secondo la quantità, in ordine decrescente, di silice contenuta, i magmi si dividono in:

Acidi

Magmi composti da allumino-silicati, presenti in grandi quantità, la silice libera e silicati presenti in quantità piccolissima.

Le rocce che si formano vengono anche chiamate rocce sialiche dai due elementi più presenti (Si dal Silicio e Al dall’Alluminio).La silice costituisce più del 65% del peso del magma che ha densità 2,7 g/cm3

Neutri

Magmi composti da allumino- silicati e silicati, presenti in quantità uguali.I magmi neutri costituiscono le rocce neutre (o anche dette Intermedie).

La silice, in queste rocce è dal 52% al 65% del peso totale ed esse hanno una densità di 2,85 g/cm3

Basici

Magmi ricchi di ferro Fe, magnesio Mg e calcio Ca e ricche di silicati.

Le rocce formate da questo tipo di magmi vengono chiamate rocce basiche o femiche (questo nome deriva da 2 materiali presenti in queste rocce, Fe da ferro e M dal magnesio) che sono composte dal 45% al 52% del peso in silice del magma, che ha densità di circa 3 g/cm3.

Ultrabasici

Magmi formati prevalentemente da silicati di ferro e magnesio.Le rocce formate da questo tipo di magmi vengono chiamate ultrabasiche o ultrafemiche.

La silice, presente in quantità minore rispetto agli altri tipi di magmi, costituisce meno del 45% del peso del magma stesso, che ha densità poco superiore a 3 g/cm3.Fra le caratteristiche di questi tipi di magmi è il colore, da chiaro (tipico delle rocce acide) a scuro (rocce basiche) ad ancora più scuro, quasi nero (rocce ultrabasiche).

Questa tabella è stata creata per mettere in risalto le uguaglianze della composizione di rocce intrusive (plutoniti) ed effusive (vulcaniti). Vediamo principalmente che la composizione chimica è la stessa anche se si tratta di rocce diverse.

  • Le famiglie dei Graniti e delle Granodioriti rappresentano le rocce magmatiche intrusive acide.*
  • Le famiglie delle Rioliti e delle Daciti rappresentano le rocce magmatiche effusive acide.*
  • Le famiglie delle Ossidiane e delle Pomici rappresentano le rocce magmatiche amorfe acide.*
  • La famiglia delle Dioriti rappresenta le rocce magmatiche intrusive neutre.
  • La famiglia delle Andesiti rappresenta le rocce magmatiche effusive neutre.
  • La famiglia dei Gabbri rappresenta le rocce magmatiche intrusive basiche.
  • La famiglia dei Basalti rappresenta le rocce magmatiche effusive basiche.
  • La famiglia delle Periotiti rappresenta le rocce magmatiche intrusive ultrabasiche.
  • La famiglia delle Picriti rappresenta le rocce magmatiche effusive ultrabasiche.

* Queste famiglie sono in genere composti da granuli di quarzo, cristalli di feldspato e sono poveri di minerali femici, le Granodioriti e le Daciti hanno una composizione simile a quella dei Graniti e delle Rioliti, ma sono meno ricchi di quarzo e più Plagioclasi.