Stufe a Legna per il Riscaldamento Domestico

Una delle soluzioni che negli ultimi tempi è tornata in vigore è rappresentata dalle stufe a legna per il riscaldamento domestico.

Il riscaldamento domestico è un punto cruciale nelle scelte che riguardano arredo, bilancio familiare e implicazioni a livello di impatto ambientale.

Questa scelta, che tradizionalmente riguardava esclusivamente le case di campagna, viene ora sempre più considerata anche per gli appartamenti in città.

I modelli di stufe a legna in commercio si caratterizzano per un design altamente innovativo che rende le stufe dei veri e propri oggetti d’arredo.

Alcune caratteristiche delle stufe a legna

Le stufe a legna si caratterizzano per bassi consumi in termini economici, basse emissioni di gas nocivi per l’ambiente, elevate prestazioni per la diffusione del calore in casa. Inoltre, grazie ai materiali di costruzione, le stufe a legna continuano a diffondere calore anche dopo lo spegnimento.

Anche le stufe a legna, come le termostufe, sono dotate di dispositivi digitali per il controllo della temperatura, Le stufe a legna sono compatte e, a differenza del tradizionale caminetto, non necessitano di grandi spazi per la canna fumaria e di grandi operazioni per lo smaltimento dei fumi.

Funzionamento delle stufe a legna

Le stufe a legna hanno la parte del focolare in ghisa o in altri materiali refrattari. E’ proprio questo particolare che permette la diffusione del calore anche dopo che la stufa si è spenta.

Sotto la stufa a legna si trova una griglia che permette l’accesso dell’ aria, necessaria per attivare la combustione. E’ possibile regolare la quantità di aria in entrata e di conseguenza regolare l’ intensità della fiamma.

La presenza di ventilatori permette la diffusione del calore nell’ ambiente, anche nei punti più lontani rispetto al luogo in cui è posizionata la stufa.

Tipologie di stufe a legna

In commercio vi sono molti tipi di stufe a legna. Spesso le principali differenze riguardano i materiali di costruzione, che ne influenzano la resa e la conduzione del calore.

Molti sono inoltre gli stili delle stufe, che consentono un adattamento perfetto a qualsiasi stile di arredo, dal classico, al rustico, al moderno. Le stufe che si adattano meglio a contesti d’arredo moderni sono quelle in acciaio inox.

Le stufe in muratura o in pietra richiedono spazio ampi per la loro collocazione. I rivestimenti esterni possono essere personalizzati a seconda del gusto personale. Si trovano rivestimenti in maiolica (tipica degli arredi di montagna), pietra ollare (spesso scelta perchè mantiene a lungo il calore).

Stufe a legna per il riscaldamento domestico

Le caratteristiche costruttive e i materiali impiegati determinano il rendimento delle stufe. Altri parametri da considerare variano in base all’ isolamento termico dell’ abitazione.

I modelli che offrono rese più elevate sono quelli a doppia combustione, efficienti anche dal punto di vista dell’ impatto ambientale. In questi modelli di stufe a legna, nella seconda fase del processo di combustione, viene utilizzato tutto il combustibile a disposizione.

Un meccanismo consente l’ulteriore immissione di ossigeno nella parte più alta della fiamma, che brucia più a lungo.

Combustibili per le stufe a legna

Oltre la legna il combustibile utilizzato per questo tipo di stufe è il pellet. La legna, a differenza di quello che si crede, non provoca inquinamento atmosferico. Si tratta di un materiale ecologico perchè è una materia prima disponibile in natura, la cui combustione rientra nei normali cicli naturali.

Legna e biomasse sono materiali più economici rispetto ad altri e generalmente i loro costi sono meno gravosi rispetto a quelli di altri combustibili.