Vite: Vitis vinifera

La vite è originaria delle zone mediterrane e ed appartiene alla famiglia delle Vitacee. Con la vite si può produrre Uva da vino e Uva da Mangiare.

Il terreno della vite può essere anche povero di sostanze nutritive, ben penetrabile con un pH che si aggiri intorno ai 7-8.5.

L’apparato radicale della vite può facilmente raggiungere i 5-7 metri, quindi cresce bene anche in zone siccitose.

La concimazione per la pianta di vite si effettua nel periodo autunnale con del compost ben maturo e della cenere di legna.

La vite è una pianta perenne e rampicante quindi abbisogno di un sostegno su cui ancorasi con i suoi organi di presa i viticci, poco prima del germogliamento se si taglia un ramo di una pianta di vite si ha la fuoriuscita della linfa causata dall’aumento della pressione nei tessuti della pianta questo fenomeno si chiama il pianto.

La potatura della vite si effettua in inverno cercando di mantenere un buon equilibrio della pianta, dipende anche dal tipo di forma d’ allevamento che si vuole adottare. In estate invece si effettua un’altra potatura, la quale ha lo scopo di cimare i germogli al di sopra di 5-6 foglie dal grappolo così da permettere la piena maturazione.

La vite produce sui rami di un anno di età, quando si effettua la potatura vicino ad una gemma bisogna lasciare uno sperone di 3-4 cm così da evitare che il germoglio secchi.

La raccolta dei grappoli di uva viene effettuata in autunno, sono molto ricchi di glucosio, sali minerali, vitamine e acidi organici, vengono utilizzati per produrre il vino o per essere consumati freschi.

Ci sono diverse varietà tra cui:

  1. Barbera
  2. Aglianico
  3. Montepulciano
  4. Nebbiolo
  5. Pinot
  6. Malvasia
  7. Sangiovese

ed altre.

Propagazione Vite

La propagazione della vite avviene acquistando le barbatelle che sono composte da due parti, la parte con la radice, chiamato portainnesto che di solito è un ibrido di vite americano il quale è molto resistente alla fillossera, ed il nesto.

I portainnesti più utilizzati per le viti sono:
420A
Kober 5 BB

La messa a dimora della barbatella si effettua in autunno scavando un ampia buca, inserendo sul fondo dei sassi o sabbia grossa che permetta lo sgrondo delle acque. Dopo di che si inserisce la barbatella nella buca e si ricopre con il terreno di scavo pressando leggermente il terreno ed annaffiando abbondantemente.